I Morti rimangono con la bocca apertA al #RoFF17

I Morti rimangono con la bocca aperta

un film di Fabrizio Ferraro

con Emiliano Marrocchi / Domenico D’Addabbo / Fabio Fusco / Olimpia Bonato / Antonio Sinisi

una produzione Boudu / Passepartout / Eddie Saeta / Siggfilm


SINOSSI • 1944. Appennino centrale. Il paesaggio innevato è testimone della fuga di quattro partigiani braccati. Mentre vagano nella tormenta in cerca di un riparo, incontrano una giovane ragazza.

NOTA SUL FILM • Quattro partigiani fuggono in mezzo alla neve sull’Appennino dell’Italia centrale, nel 1944. Sono inseguiti, cercano un rifugio, incontrano una ragazza. Drammaticamente ambientata in un contesto storico e politico ben preciso, la loro storia dei quattro partigiani si connette, seppur non esplicitamente, con un presente ancora fragile e falcidiato da guerre presenti o echeggianti. Fabrizio Ferraro, regista e sceneggiatore con alle spalle una formazione in scienze del cinema e filosofia del linguaggio, sceglie il bianco e nero per riportarci indietro nella storia, alternando campi larghi a primi piani, dialoghi serrati a voci narranti, intervallati da grandi silenzi e poderosi fruscii. Un film che si rivolge al passato per interrogare la contemporaneità.

TICKET ↗

Condividi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.